Attenzione. Inquinamento in casa…molto più che all’esterno! Incredibile ma vero. Ecco perché.IL VIDEO

Inquinamento

Potrebbe sembrare un paradosso… Ma purtroppo non è così!
Crediamo che la casa sia il posto più sicuro e sicuramente meno contaminato in cui abitare…Crediamo di poter essere al riparo da tutto, ma nella realtà spesso non è esattamente così. La colpa dell’eccessivo inquinamento che troviamo è legato ad alcune sostanze presenti nella casa la cui presenza è legata ad abitudini, stili di vita o ad un arredamento sbagliato!

Nelle mura domestiche delle nostre abitazioni è possibile trovare tracce di FORMALDEIDE (altamente tossico),
POLVERI SOTTILI, FUMO E MUFFA…. Tutte sostanza tossiche per la nostra salute ma che purtroppo respiriamo dentro e fuori casa, soprattutto se si vive in città.

NEMICO N° 1
POLVERI SOTTILI:
Esse derivano dal processo di combustione, da impianti di riscaldamento come caminetti o altro, da attività industriali ed inceneritori! Ovviamente l’esterno è ancor più inquinato ma non crediamo  che in casa ci siano condizioni ottimali. Infatti attraverso delle misurazioni fatte in un appartamento di milano è risultato che all’esterno, un un metro cubo di aria vi sono 41,6 microgrammi di polveri sottili (Valore medio trattadosi per  una città trafficata come Milano…IN CASA VE NE SONO BEN 36 microgrammi.
Ed essendo un ambiente chiuso…sono valori davvero elevati!

LA SOLUZIONE:
Anche se può sembrare un controsenso è buona abitudine lasciar ventilare i luoghi di casa lasciando le finestre aperte per qualche minuto

NEMICO N° 2
FUMO DI SIGARETTA: Produce monossido, benzene e polveri sottili… E’ un nemico della salute silenzioso ed invisibile che fa doppiamente male… Sia per chi fuma che per chi inala involontariamente!

LA SOLUZIONE: Fumate fuori e richiudete la finestra alle vostre spalle!

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


NEMICO N° 3
LA FORMALDEIDE: Presente praticamente in una miriade di cose che sono presenti in casa…E magari neppure lo sapete. Tanto per dirne alcune: Tappeti, materiale con truciolato, tendaggi e smalto per unghie, ma anche in carte da parati, saponi per la casa e pittura per parete!!! Insomma: una vera e propria invasione!
LA COSA PIU’ SCONCERTANTE E’ CHE N CASA VI SONO VALORI 5 VOLTE SUPERIORI A QUELLI CHE SI TROVANO ALL’ESTERNO!Spesso la formaldeide causa senso di spossatezza, mal di testa e nausea…Questi sono sintomi di leggere intossicazioni. ATTENZIONELA SOLUZIONE: Esistono parete e controsoffitti speciali che possono assorbirla e ridurne la presenza.NEMICO N°4
LA  MUFFA: Presente in vari ambienti della casa. La muffa è davvero un nemico pericoloso da combattere. Essa può rilasciare delle tossine che spesso causano infiammazioni polmonari, asma e allergie di grave entità.LA SOLUZIONE: Tanto per iniziare, là dove possibile fare dei lavori per rendere meno umida la casa, cospargere il muro di antimuffa e là dove si ripresenta il problema: rimuovere queste brutte macchioline dalle pareti utilizzando candeggina. Vi basterà strofinare con un panno.

IL VIDEO

ECCO UN RIASSUNTO APPROFONDITO DELLE CONSEGUENZE DA INQUINAMENTO IN CASA:

Fonti dell’inquinamento in casa

  • Uomo ed attività antropiche;
  • Sistemi di trattamento dell’aria;
  • Processi di combustione;
  • Tabacco;
  • Materiali da costruzione;
  • Arredi (es. mobili fabbricati con legno truciolare o trattati con antiparassitari, moquettes, rivestimenti);
  • Prodotti per la pulizia e la manutenzione della casa;
  • Antiparassitari;
  • Colle, adesivi e solventi;
  • Utilizzo di strumenti di lavoro (stampanti, plotters, fotocopiatrici…);
  • Malfunzionamento del sistema di aerazione od errata collocazione delle prese d’aria in prossimità di aree ad elevato inquinamento (vie ad alto traffico, parcheggio sotterraneo, autofficina);
  • Cattiva manutenzione dei sistemi di condizionamento, che possono divenire terreni di coltura per muffe ed altri agenti biologici, diffondendoli nell’intero edificio.

Tali fonti sono racchiudibili in tre principali categorie, distinte a secondo delle loro caratteristiche qualitative:

  1. Inquinanti chimici;
  2. Inquinanti fisici;
  3. Inquinanti biologici.

Gli inquinanti chimici sono tutte quelle sostanze volatili che provocano alterazione della qualità dell’aria indoor. Tra questi possiamo trovare:

  • Ossido di carbonio;
  • Ossido di zolfo;
  • Monossido di azoto;
  • Benzene;
  • Formaldeide;
  • Fumo di tabacco ambientale;
  • Composti organici volatili;
  • Pesticidi;
  • Particolato aerodisperso;
  • Ozono;
  • Amianto;
  • Idrocarburi aromatici policiclici.

Gli inquinanti fisici comprendono quei fenomeni e quelle sostanze non facenti parte della categoria sopradescritta, che concorrono ad alterare la qualità dell’aria, costituendo pericolo per la salute dell’uomo. Inquinanti fisici sono:

  • Radon;
  • Campi elettromagnetici;
  • Rumore.

Per contaminanti biologici, s’intende una serie di sostanze di origine biologica che possono incidere negativamente sulla qualità dell’aria sia indoor. Sono presenti nell’aria e, spesso, invisibili. Tra i contaminanti biologici indoor più comuni troviamo:

  • Batteri e Virus;
  • Acari;
  • Allergeni degli animali;
  • Muffe e funghi.

FONTI:
http://www.ecoage.it/inquinamento-in-casa.htm

AGGIUNGI UN COMMENTO