Ogni lavatrice li ha…e sono pericolosissimi! Ecco cosa sono e come eliminarli

Lavatrice sporca

In casa, soprattutto nei posti in cui si accumula maggiore umidità, si creano habitat favorevoli alla proliferazione di microrganismi i quali invadono e affollano elettrodomestici comunemente utilizzati.
Spesso non si vedono, ma stiamo parlando proprio di MUFFE E FUNGHI.

Uno dei maggiori elettrodomestici che risultano essere un covo di sporcizia, muffe e funghi è proprio la lavatrice.
Non vi è mai capitato di lavare indumenti e tirarli fuori a fine lavaggio, senza l’odore di pulito?
Spesso sembrano essere addirittura maleodoranti…
Ebbene, sono tutti segnali d’allarme e stanno ad indicare che la vostra lavatrice ha estremo bisogno di essere pulita e disinfettata dalle formazione di Muffe e Funghi che hanno proliferato in essa.

Di seguito vi daremo degli utili consigli per far tornare la vostra lavatrice come nuova e, quindi…ridarvi un bucato fresco e pulito.

Tanto per incominciare vi consigliamo di lasciare aperto l’oblò della vostra lavatrice dopo ogni lavaggio in modo da non far ristagnare l’acqua e l’umidità presente. Così facendo potrete garantire un maggiore durata al vostro elettrodomestico il quale arieggerà e si asciugherà evitando la formazione di spore fingine e muffe indesiderate.
Inoltre pulisce anche le vaschette dove inserisci i detersivi.

ECCO COME PREPARARE UNA MISCELA FAI DA TE, PER ELIMINARE OGNI TRACCIA DI SPORCIZIA:

  • Varechina    (Ottima per disinfettare)
  • Aceto di mele  o Limone  (svolge un’azione anti-calcare e anti-muffa)
  • Olio di Tea Tree     (Igienizza  e amplifica l’azione anti-muffa)
  • Bicarbonato di Sodio   (Disinfetta a fondo oltre a pulire in profondità ed elimina anche i cattivi odori)
  • Spugna;

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


PROCEDIMENTO:

Prima di procedere con gli ingredienti che vi abbiamo elencato sopra, è opportuno pulire a fondo l’interno della lavatrice utilizzando un panno umido per eliminare la sporcizia che vi si è formata con il tempo.
Inumidite un panno o una pezza con della varechina (va bene anche l’ amuchina). Se preferite aggiungete anche un detergente profumato. iniziate ad applicarlo strofinando sia sulle pareti del cestello che sulle guarnizioni. Insistete là dove vedete eventuali macchie scure di muffa. Dato che la varechina risulta essere abbastanza aggressiva, non esagerare con le dosi e soprattutto: indossate un paio di guanti!
Per un migliore risultato è opportuni lasciare agire per circa 2 ore senza toccare o risciacquare.

Trascorse le ore necessarie potrete finire di inserire tutti gli altri ingredienti nella lavatrice:
Prima 1 litro abbondante di d’aceto di mele;
Poi 1 litro di acqua con all’ interno acqua 15 gocce di olio tea tree e 3 cucchiai abbondanti di bicarbonato disciolto.

A questo punto potete far partire la lavatrice scegliendo un lavaggio ad alte temperature per far sciogliere meglio i residui.
Al termine del lavaggio potrete rendervi conto di quanto sia tutto pulito e soprattutto profumato. I vostri capi non usciranno più ,maleodoranti dalla lavatrice e sapranno di pulito.

Vi consigliamo di ripetere questa pulizia una volta al mese o al più 2! Raccomandandovi di lasciare lo sportello della lavatrice aperto dopo ogni fine lavaggio per far areare ed evaporare residui di acqua al fino di non farla ristagnare.

AGGIUNGI UN COMMENTO