Sapete quanto fanno bene gli Anacardi all’ organismo? Neppure immaginate… Ecco perché!

Anacardi

Gli Anacardi…Una miniera d’oro per il benessere del nostro organismo! Vista, cuore, diabete e non solo…Scopri quanto fanno bene alla salute del corpo!

Gli Anacardi sono spesso consumati da molti di noi come snack per aperitivi o spuntini vari…Ma quanti di voi sono al corrente dello loro proprietà benefiche?
Ovviamente non parliamo di Anacardi sotto sale, questi sono meno salutari. Ma mangiarne un poco, al naturale…beh sono davvero un aiuto per una serie di cose!

Gli anacardi sono nello specifico dei semi la cui pianta ha origine nel Brasile nord-orientale, è largamente coltivata nelle regioni tropicali di tutto il mondo per il suo frutto e il suo seme.
La forma è davvero particolare e caratteristica.

Il seme dell’anacardio è avvolto da una sostanza caustica facilmente rimovibile per rendere il seme commestibile. Quella stessa sostanza entra nella produzione dell’olio di gusci di anacardo. Quest’ultimo non va confuso con l’olio di Anacardo, commestibile, estratto dai gherigli e non dal guscio. [http://it.wikipedia.org/wiki/Anacardium]

Anacardi, salute
Gli Anacardi appartengono alla categoria così detta della frutta secca
e come ogni tipologia di frutta secca, anch’ essi sono alimenti estremamente calorici, dei quali il 49% del peso è costituito da lipidi; questi ultimi apportano circa il 70% dell’energia complessiva dell’achenio (mentre solo il 10% delle calorie deriva da proteine e il 20% da carboidrati). COSA MOLTO IMPORTANTE E’ CHE GLI ANACARDI NON CONTENGONO COLESTEROLO! 
Si osservano ottime quantità di ferro (Fe), potassio (K) e fosforo (P), mentre l’apporto di vitamine non ne giustificherebbe il consumo frequente.
Inoltre, contengono un flavonoide che viene assorbito dalla macula retinica, proteggendo gli occhi dagli agenti aggressivi esterni e aiutando nella prevenzione della degenerazione maculare in età avanzata. Secondo una recente ricerca scientifica, gli anacardi aiutano a combattere il diabete.
NB. Gli anacardi, oltre ad avere una frequenza di consumo limitata a 2-3 volte la settimana. Le relative porzioni non dovrebbero superare i 15-20g di parte edibile (90-120kcal).
Riferimento: [http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/anacardi.html]

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


Gli anacardi sono ricchi di acido oleico, presente nell’olio d’oliva, e promuove la salute cardiovascolare anche nei diabetici, riducendo i trigliceridi alti; contengono moltissimo rame, che previene l’anemia da carenza di ferro, la rottura dei vasi sanguigni, molti problemi articolari, tra cui l’artrite reumatoide. Mentre il magnesio serve a mantenere le ossa forti, il rame è responsabile della loro flessibilità, oltre ad essere coinvolto in numerosi processi enzimatici.
La tirosina, ad esempio, convertita in melanina, è fondamentale per il bel colore della nostra pelle e per la salute dei nostri capelli.
Sono pieni di grassi monoinsaturi, considerati generalmente buoni, in quanto favoriscono la sostituzione del colesterolo cattivo presente nel sangue, che causa infarti ed ostruzioni vascolari, col colesterolo buono, che non rappresenta invece una fonte di pericolo per l’organismo e, grazie alle proantocianidine,una classe di flavonoidi che contrastano la proliferazione delle cellule tumorali, prevengono, in particolare, il cancro al colon. e noccioline di anacardi sono piene di Zea-xanthin, un antiossidante flavonoide che viene selettivamente assorbito nella macula retinica degli occhi
. Ha la funzione di proteggere dai raggi UV, facendo da filtro naturale contro la degenerazione maculare senile. [http://www.meteoweb.eu/2014/06/numerose-proprieta-salutari-degli-anacardi-caratteristici-semi-forma-cuore-rovesciato/291964/]

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

AGGIUNGI UN COMMENTO