Un paradiso fiscale che beffa l’Italia, a sole 2 ore da noi. E’ grande fuga. SCOPRILO e guarda il Video

Paradiso Fiscale

IL PORTOGALLO… LA META TANTO AMBITA E DESIDERATA PER LA TRANQUILLITA’ E LA SPENSIERATEZZA CHE TANTO DESIDERIAMO. UN VERO E PROPRIO PARADISO FISCALE A POCHI PASSI DALL’ITALIA.
E INFATTI, E’ BOOM DI FUGHE…

Niente tasse sulla pensione se si riesce ad ottenere lo status di ‘residente non abituale‘: è questo ciò su cui punta il Portogallo per attirare sempre più pensionati a stabilirsi stabilmente nel Paese della Penisola Iberica.
E pesare che prima il Portogallo era considerato il terzo mondo! Ora è paradiso fiscale.

I dati che emergono sono davvero inconfondibile e lasciano trasparire la voglia di ricominciare abbandonando la disperazione che si vive in Italia.
Uno stato noncurante dei problemi della gente, inesperto nel trattare problematiche e nell’aiutare chi, per una vita intera, ha versato tasse e pagato contributi!
Infatti, secondo Il quotidiano ‘Libero’ :
Sono ormai in migliaia i pensionati che decidono di trasferirsi in Portogallo, dove basta vivere per 183 giorni l’anno per ricevere lo status di ‘residente non abituale’. Così si ha diritto a non pagare tasse sulla pensione per i primi 10 anni.
Nell’inchiesta condotta dal quotidiano, si è scoperto che attualmente sono quasi 20-30 persone che ogni mese richiedono informazioni in merito alla camera di commercio Italo-Portoghese per poter andarsene a vivere in questo vero paradiso fiscale. Bellissimo e suggestivo anche dal punto di vista della natura!

Un vero e proprio boom di espatri che comporta una fuga dall’Italia la quale oltre il danno, riceve anche la beffa.
A sole 2 ore di aero dal nostro “bel paese” (forse una volta), c’è la possibilità di vivere in pace, conducendo una vita dignitosa senza lo Stato che si mangia i tuoi soldi e i tuoi sacrifici!
Insomma, sono tutti felici e contenti tranne le casse dello stato italiano che piangono e si disperano in quanto orfane di Irpef e consumi degli espatriati.
Ma come si dice… SE TIRI TROPPO LA CORDA, SI SPEZZA!
(Guarda anche il video in fondo al’lartiolo)

ECCO UNA TESTIMONIANZA RIPORTATA ANCHE DAL GIORNALE repubblica.it:
“A inizio 2016 vado a vivere a Sesimbra, mezz’ora da Lisbona, su un promontorio che pare Portofino. Pagherò 300 euro d’affitto per un bilocale fronte-mare, 10 euro per mangiare ottimo pesce al ristorante “. Ma soprattutto vedrà la sua pensione crescere dalla sera alla mattina  –  del tutto legalmente  –  del 30%. “Quanto prendo non glielo dico  –  sussurra con pudore  –  ma confesso che solo di Irpef risparmierò 15mila euro l’anno”.
Come dire che ogni mese, grazie alle generose agevolazioni del fisco portoghese, si troverà in tasca 1.250 euro in più.
Mica poco…
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


Anche a signora Luisa Gaiazzi,  ha fatto la stessa scelta decidendo di andarsene a vivere in Portogallo, fuggendo letteralmente dalle nostre tasse. La donna, dopo essersi ambientata in fretta ha dichiarato di essere letteralmente ‘rinata’ a nuova vita. Se in quel di Roma con la sua pensione di ex impiegata, 840 euro mensili, riusciva a stento ad arrivare a fine mese, in Portogallo, ha ammesso di preoccuparsi del denaro ma ha iniziato a vivere la sua vita come avrebbe voluto. Senza problemi o grandi restrizioni.

IL VIDEO

Precedente Prigionieri virtuali di una civiltà digitale. Ecco quanto siamo cambiati...Attenzioni ai bambini Successivo Latte e Yogurt scaduti? Non buttateli, ecco come possono essere riutilizzati in casa
AGGIUNGI UN COMMENTO